10 posti imperdibili da visitare a Genova!

Quest’estate ne abbiamo avuto la prova: Genova è piena di risorse ed sempre di più meta di viaggiatori e turisti, ma spesso le persone si limitano al solito classico giro quando vengono a trovarci. Noi admin di La Mia Genova ti portiamo nei 10 posti preferiti di Genova che devi assolutamente visitare!

  1. Caruggi: il nostro centro storico è uno dei più grandi d’Europa e ospita anche delle vie diventate Patrimonio Unesco, come via San Luca. I nostri vicoli erano cantati da Fabrizio De Andrè, che descriveva la vita attiva dei caruggi, con tutte le sue particolarità. Nella parte più viva, quella più sicura, troverai botteghe storiche di tutti i tipi, artigiani, pasticcerie, gelaterie, besagnini (ovvero gli ortolani/fruttivendoli), pescherie, forni, trattorie, locali di tutti i tipi. Goditi la passeggiata gustandoti un bel tocco di focaccia appena sfornata: parti da Piazza De Ferrari e percorri via San Lorenzo, per ammirare la nostra Cattedrale, buttati poi in via Canneto il Lungo per arrivare in piazza delle Erbe, se hai voglia di un aperitivo, oppure dirigiti in via della Scurreria e piazza Campetto, continuando poi piano piano verso la zona più a ponente. Alla fine dell’area, verso il porto, cerca la famosa via del Campo, è presente anche un piccolo museo dedicato a De Andrè chiamato “29rosso”. Per le sere del weekend, non dimenticarti dei Giardini Luzzati!
  2. Piazza De Ferrari: una delle piazze più belle d’Italia, una volta fulcro commerciale, economico e finanziario della città, ancora oggi uno dei luoghi che i genovesi amano di più. La grande fontana al centro della piazza merita più di una foto, come anche i palazzi storici che la circondano, in primis Palazzo Ducale, sede delle mostre e dellle presentazioni artistiche del momento. Non dimentichiamoci dello splendido Teatro Carlo Felice, di fronte alla statua di Garibaldi. Ovviamente degne di nota anche la via dello shopping, ovvero via XX Settembre, la poco lontana via Roma, per acquisti di lusso, e Galleria Mazzini, per un aperitivo o un caffè super chic.
  3. Palazzi dei Rolli: il nostro fiore all’occhiello, anche questi patrimonio dell’Unesco insieme alle Strade Nuove, ovvero le vie principali del centro della città costruite intorno al 1500-1600 nella zona storica di Portoria. I Rolli ospitavano, nella Genova dell’Antica Repubblica, i più illustri ospiti che venivano in visita in città. Ne esistono 163 e ben 42 sono stati inseriti nella lista del patrimonio Unesco genovese, sia per la loro architettura e il loro prezioso contributo artistico, sia perchè sono una vera fotografia senza tempo che ritrae la politica e l’economia di Genova di quegli anni, senza dimenticare che fanno anche parte di un grande progetto urbanistico con i fiocchi. I palazzi più famosi sono sicuramente Palazzo Rosso, Palazzo Bianco e Palazzo Tursi, situati in via Garibaldi, perfetti per tutti gli amanti d’arte del 500-600. Il mio preferito rimane però Palazzo Reale, in via Balbi, dimora storica con giardino pensile che si affaccia sul porto e sui caruggi, un vero e proprio gioiello del barocco genovese del 600-700, grazie ai suoi affreschi, stucchi, quadri e arredi, oltre che alla celebre (e instagrammabile!) “stanza degli specchi”. Anche se storicamente non faceva parte dei Rolli, trattandosi della dimora privata dell’ammiraglio Andrea Doria, consiglio anche la visita a Palazzo Andrea Doria / Villa del Principe: vale la pena sia per la collezione artistica all’interno, sia per il verde giardino con vista porto. Piccola tip: grazie all’iniziativa dei Rolli Days, circa due volte l’anno i Palazzi possono essere visitati gratuitamente, o con un piccolo contributo se si parla di palazzi privati (i prossimi sono ad inizio ottobre 2021!).
  4. Porto Antico: da menzionare per forza! Il Porto Antico, che nonostante il nome in realtà è stato completato negli anni 90, è la classica meta delle “vasche” pomeridiane o serali per noi genovesi, magari con sosta per un gelato o un cocktail con vista Lanterna, il simbolo “zeneize” per eccellenza -guai a chiamarla “faro” di fronte a noi- (a proposito, sappi che ci si può salire fino in cima e vedere il piccolo museo interno!). Il porto è casa di diversi locali e ristoranti, tra cui Eataly, ed è molto vicino ai caruggi, tanto da poter essere inclusi come unico itinerario. Da visitare abbiamo il famosissimo Acquario di Genova, che si fa ormai pubblicità da solo, e il Museo del Mare Galata, il più grande museo marittimo del Mediterraneo.
  5. Spianata Castelletto: il mio preferito tra i punti panoramici di Genova! Si tratta di una piccola area con vista mozzafiato su tutta Genova, ideale per un aperitivo al tramonto o un cocktail sotto le stelle. E’ raggiungibile sia in macchina (occhio agli ZTL per il parcheggio), sia in bus, sia con ascensore partendo da zona piazza Portello, poco lontano dai vicoli e dalla Stazione ferroviaria Principe. Consiglio di ordinare un bicchiere di vino da Calice o un gelato/granita da Don Paolo. Lo sai che Spianata Castelletto viene raffigurata anche nei titoli di coda del film Disney “Luca”? Il regista Enrico Rosa, super ligure, è sicuramente affezionato alla vista quanto lo siamo tutti noi!
  6. Piazza della Vittoria: è uno dei miei posti del cuore di Genova, anche a livello affettivo, soprattutto perchè ho lavorato in zona per diverso tempo. E’ per tutti in realtà il punto di riferimento per eccellenza, insieme a Piazza “Deffe”. A pochi passi dalla stazione Brignole, troverai da ammirare l’Arco Di Trionfo, costruito negli anni 30 in memoria dei caduti della Prima Guerra Mondiale, e la scalinata della Caravelle, a cui noi genovesi siamo molto legati. A pochi metri più in là, andando verso il centro, segnalo anche il Museo di Storia Naturale di Genova, dove vengono spesso inaugurate mostre davvero interessanti, come quella che è attualmente in corso fino a febbraio 2022, ovvero “Mythos”, dedicata alle creature che hanno ispirato miti e leggende nella storia dell’uomo.
  7. Boccadasse: forse Boccadasse è il posto che mi piace di più di tutta Genova. Se hai tempo, parti da Corso Italia zona Foce, vicino a piazza della Vittoria, e incamminati piano piano verso la fine della passeggiata, godendoti il profumo e il rumore delle onde del mare. In circa 30 minuti arriverai davanti ad una chiesetta che si affaccia sul mare: se seguirai la creuza (una delle più famose “creuze de ma’”, le mulattiere di mare) ti troverai nella spiaggia di Boccadasse e potrai rifarti gli occhi con lo scorcio colorato più famoso della città. Consiglio spassionato: mangiati un bel cono di pesce fritto seduto sugli scogli, non te ne pentirai.
  8. Parchi e Passeggiata di Nervi: Nervi è più fuori mano rispetto al centro ed è nella parte più a levante della città.. ma non te ne pentirai, credimi! I parchi di Nervi mi piacciono moltissimo perchè mi ricordano la mia infanzia, quando mia mamma mi portava la domenica pomeriggio a pattinare, in bici o a giocare con gli altri bambini. Mi ricordo che, per arrivarci, passavamo praticamente sempre dalla passeggiata Anita Garibaldi affacciata sul mare (il porticciolo di partenza è messo a nuovo da poco!) e per merenda mi comprava sempre la pizza nel piccolo panificio situato sotto uno dei porticati vicino alla stazione dei treni. Per chi è di fuori, questi luoghi sono sempre suggestivi, perchè regalano una visione meravigliosa del nostro mare e dei suoi colori e profumi. Altro consiglio: se vorrai visitare i parchi, sappi che verso la primavera vale la pena di visitare anche il Roseto Luigi Viacava, situato nella parte più esterna.
  9. Villa Durazzo Pallavicini: questo parco con villa storica invece è situato esattamente dall’altra parte rispetto a Nervi, verso ponente, precisamente a Genova Pegli. Il palazzo, nato nel 600 per volere della famiglia Grimaldi, ha in realtà aspetto e forme attuali ispirate all’architettura dell’800. Ospita un meraviglioso giardino botanico, intitolato alla nobildonna Durazzo, e il Museo Archeologico Ligure. In primavera non lasciarti scappare la fioritura delle camelie. Mi raccomando, ricordati che per entrare occorre pagare un biglietto e nel weekend si consiglia la prenotazione della visita.
  10. Cimitero di Staglieno: non so se sei tipo da questo genere di cose.. ma se ti piacciono i cimiteri monumentali, Staglieno merita davvero, dato che si parla di uno dei più importanti e più belli d’Europa. Si trova verso la zona più interna di Genova, in Val Bisagno immerso nel verde. Le sculture e le statue, quasi tutte di artisti genovesi, sono di grande valore per l’arte e l’architettura funebre. Inoltre, puoi cercare i personaggi famosi a cui rendere omaggio, come Fabrizio De Andrè, Gilberto Govi, Emanuele Luzzati o Giuseppe Mazzini. A sorpresa, puoi trovare anche la tomba della moglie di Oscar Wilde, Costance Lloyd.

Se sei genovese e vuoi suggerire i tuoi posti preferiti di Genova, oppure se sei da fuori e ti va di chiederci consiglio, non esitare a scriverci qui sotto nei commenti o su Instagram (la_mia_genova), dove troverai le foto re-postate della nostra community!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...